In questo periodo i Giovani Liberali Radicali hanno lanciato un’iniziativa che chiede al Cantone una struttura destinata alla detenzione preventiva e all’esecuzione di pene e misure per minori che delinquono. Finalmente! Era ora che, invece di consumare fiumi di inchiostro il giorno seguente alle tragedie, qualcuno si rimboccasse le maniche e proponesse qualcosa di concreto.

Purtroppo la prevenzione da sola non basta, è certamente indispensabile e deve essere intensificata, ma esistono minori che sfortunatamente hanno già oltrepassato quella labile linea tra la buona via e la cattiva condotta. Per tali casi è necessario che lo Stato dia delle risposte efficaci come, appunto, creare strutture per poter fornire ai minori un percorso rieducativo e formativo prima che la via sia inesorabilmente persa.

Difatti, nell’età adolescenziale non è troppo tardi! Il futuro di un giovane è ancora tutto da costruire, gli sbandamenti possono ancora essere corretti, ma per fare ciò è indispensabile una reazione immediata e un momentaneo distacco dalla società, monitorato da personale competente, volto a preparare il rientro nella quotidianità di questi ragazzi con nuovi presupposti e nuove competenze.

Abbandonarli a sé stessi non porta a nulla!

Mattia Anselmini, Rivera

Corriere del Ticino, martedì 8 giugno 2010