Lavoro

 

Lavorare significa trovar un proprio posto nella società. L’occupazione è da sempre uno degli interessi principali della politica, proprio perché ognuno possa esprimere il proprio talento, raggiungere la propria indipendenza e costruire insieme agli altri individui lo sviluppo proprio e del Paese. Ci troviamo in un periodo storico di precarizzazione crescente del mercato del lavoro, con una concorrenza molto forte da oltreconfine e a tratti falsata. Se da una parte il frontalierato è parte integrante delle necessità del nostro Cantone, negli ultimi anni ci sono tendenze nocive che minano un mercato del lavoro sano e motivante. Le misure a sostegno del lavoro devono quindi salvaguardare la qualità dell’occupazione e permettere al territorio e alle sue risorse di esprimere al meglio un’economia sostenibile e di qualità, i cui raggi positivi hanno un riverbero lungimirante e duraturo.


La proposta di GLRT si basa quindi su una concorrenza leale, su uno Stato amico delle opportunità di lavoro e sulla cultura dell’autoimprenditorialità.

 

Concorrenza più leale:

  • Tassare i frontalieri con le aliquote italiane (rivedendo o disdicendo l’accordo sull’imposizione dei frontalieri);

  • Trasparenza sull’organico frontaliero delle imprese ticinesi;

  • Favorire e premiare la responsabilità delle aziende. Sostenere le aziende formatrici che investono nella formazione dei giovani ticinesi.

 

Stato sociale forte ma con più incentivi a favore del lavoro:

  • Coinvolgimento di chi è al beneficio dell’assistenza sociale nei lavori di pubblica utilità;

  • Favorire il reinserimento nel mondo del lavoro;

  • Assistenza ai disoccupati, certo, ma anche più cultura della responsabilità e flessibilità (ricerca del lavoro su tutto il territorio ticinese e, senecessario, anche oltralpe).

 

Favorire l’autoimprenditorialità

  • Favorire gli spin-off dai centri di ricerca e la collaborazione con il mondo economico in generale;

  • Consulenza e sostegno a chi vuole avviare una propria attività;

  • Creazione di una piattaforma ticinese di intermediazione per far incontrare giovani imprenditori e le numerose PMI ticinesi in cerca di un successore;

  • Realizzazione di spazi di lavoro condivisi (co-working).